lunedì 12 giugno 2017

MJ: L’Artista Che Voleva Aprire Gli Occhi Al Mondo


2016
Sono esistite ed esistono persone che probabilmente il mondo, per com’è, non è in grado di accettare, capire e comprendere. Persone che spesso hanno lasciato un segno indelebile, persone che è impossibile scordare. 
Possiamo comprendere fra queste una persona dal grande carisma, artista sensazionale ed ineguagliabile, dal cuore enorme, e che, soprattutto, sapeva vedere oltre: Michael Jackson. 


Vedeva oltre, e lui stesso andava oltre, sbaragliando “codici” e “sistemi” imposti da una società che non tiene conto dell’essere umano se non apparentemente. Ha sempre descritto la sua arte come un dono che viene dall’alto e non considerava se stesso come “artista” ma preferiva essere considerato come un “canale”, ed in quanto tale, riteneva fosse un suo dovere offrire al mondo quanto poteva. In una sua intervista dichiara: “Il mio sogno è quello di compiere il volere di Dio. Non ho scelto io di cantare e ballare, ma questo è il mio ruolo e voglio farlo meglio di chiunque altro.”

È corretto dire che ci è riuscito, anche se non è stato compreso da molti. La sua regola era l’amore, puro ed incondizionato, per il pianeta, gli animali, le persone ed i bambini. E paradossalmente per tutto questo è stato troppo spesso attaccato, denigrato e deriso. Non compreso. Era praticamente normale venisse considerato “diverso”… su quale base non si sa. “Diverso” e “strano” per quale motivo? Forse per chi lo ha voluto dipingere in un certo modo? Forse per chi ha sempre cercato di mostrarlo in un certo modo tentando di manipolare giudizi e modo di vedere? Nonostante tutto questo, nonostante fosse stato ripetutamente ferito, lui è sempre rimasto fedele a se stesso, ai suoi ideali e al suo cuore.
Urlava la sua rabbia, dava voce a chi non ne aveva ed offriva il suo aiuto più che poteva (non dimentichiamoci che in quanto a donazioni e aiuti umanitari a livello mondiale è solamente secondo all’Unicef!).

In tutti i suoi testi si ritrovano i suoi messaggi. E sono chiari, limpidi, così come lo era lui.
Non nascondeva il suo disgusto e i suoi attacchi nei confronti dei mass media, sempre pronti a distorcere la realtà e a far sembrare e credere cose che in verità sono ben diverse da come ce le raccontano. Non ha mai nascosto il fatto che la storia per come ci viene insegnata dovrebbe essere vista con altri occhi, senza soffermarci a semplici nozioni “imbastite”. Non ha mai occultato che “oltre” c’è ben altro, soprattutto per quanto riguarda l’andamento della società e del mondo, al quale assistiamo ogni giorno. Non ha mai nascosto che i problemi esistesti su questo pianeta, sono esistenti per dei motivi che pochi conoscono, perché pochi vedono. Lui vedeva e voleva mostrarlo. Lo sentiva un dovere. Per alcuni, e per questi motivi, Michael Jackson era sicuramente un personaggio scomodo, non a caso hanno tentato in tutti i modi di distruggerlo, con accuse che c’è da augurarsi si sia finalmente compreso che erano completamente false.

Entrato nel mondo dello spettacolo da piccolissimo ed una volta cresciuto riteneva il palco un mezzo per comunicare tutto ciò che sentiva, vedeva, e capiva di questo sistema.
Il suo intento è sempre ed unicamente stato quello di usare questa sorta di potere per aiutare sia materialmente che spiritualmente le persone di tutto il mondo. Voleva aprire gli occhi al mondo. Si potrebbe definirlo un messaggero.


Se potessimo riassumere in breve perché è stato letteralmente messo a tacere, e come probabilmente lui stesso abbia “firmato” la sua condanna a morte, è stato dopo le sue ripetute affermazioni non solo tramite le sue canzoni e video musicali, ma anche tramite dichiarazioni esplicite in pubblico, nelle quali ha affermato che: “L’industria della musica è in mano a persone che sfruttano i personaggi per veicolare e manipolare le masse; che tutta la stampa manipola le notizie e mente spudoratamente, nascondendo il vero e trasmettendo il falso; che sono stati manipolati anche i libri di storia, e noi tutti cresciamo sentendoci insegnare una storia ben diversa da quella che è in realtà; che tutto quello che accade nel mondo è perché c’è ed esiste una cospirazione nella struttura del potere globale… Ed è importante che la gente inizi a svegliarsi prima che sia troppo tardi.”

Sono rare, rarissime, le persone che hanno tentato di usare il loro potere per fronteggiare e combattere altri poteri che di certo non hanno a cuore ogni singolo essere vivente.
Michael Jackson considerava i bambini preziosi, in quanto sono il futuro, a loro infatti andrà l’eredità del mondo, per come sarà, e per come se la ritroveranno, lasciata da coloro che hanno agito in passato. E le domande che continuava a porre sono: “come lasceremo loro questo mondo? Come li stiamo facendo crescere? Cosa stiamo trasmettendo loro? E soprattutto, per quello che stanno vivendo, vedendo e subendo in questo mondo, come agiranno loro una volta adulti? Sono loro il futuro“. Ma anche in questo lo hanno attaccato, denigrato, tentando di dare un messaggio del tutto falso, messaggi che poi sono diventati accuse, solo troppo tardi ammesse di essere infondate. E tutto questo proprio per allontanarlo e cercare di rendergli impossibile qualsiasi tipo di influenza di risveglio sui proprio fans. Perché sì, è vero, i bambini di oggi sono gli adulti di domani, e quindi il futuro. Tutti, ognuno di noi, può fare la differenza, e questo artista così puro e delicato non si è mai stancato di urlarlo al mondo.

Mi auguro sempre che le persone non si soffermino solamente all’artista che era, ma possano scoprirlo come persona, cancellando ogni pregiudizio, e informandosi su molte cose che purtroppo pochi sanno, e che non sono state rese così pubbliche quanto le falsità. Per chi non comprende l’inglese, consiglio di leggersi le traduzioni di canzoni, discorsi tenuti da lui, e tutto ciò che di rado, molto di rado viene mostrato. Sarebbe giusto e meriterebbe che, appunto, venisse conosciuto oltre l’apparenza..
PAM

*** Questo articolo mi è stato inviato da una fedele lettrice di questo blog, nonché mia grande amica e siccome lo ritengo in sintonia con il mio punto di vista su di un uomo e un artista straordinario come Michael Jackson, ho ritenuto opportuno pubblicarlo senza intervenire sul contenuto. Un apporto prezioso che ancora una volta ci fa capire come troppo spesso in questa società, in maniera subdola, molte informazioni ci arrivano distorte e manipolate, per oscurare quelle che sono le “fonti di luce” da cui l’umanità intera dovrebbe attingere per destarsi dall’ipnosi collettiva. Michael Jackson continuerà a vivere nei cuori di coloro che non si sono fermati all’apparenza, ma che hanno scoperto che dietro le peggiori accuse rivolte ad un artista eclettico, si nascondeva un prezioso animo umano pronto ad aprire gli occhi al mondo intero.

“La gente ama od odia il personaggio inventato dai media. Che prendono spunto da un frammento di verità per costruire immaginari mostruosi. La persona reale, a quel punto, non esiste più. Concentrati sulla qualità della tua arte, è l’unica cosa che puoi controllare.” Michael Jackson

FONTE