lunedì 26 ottobre 2015

DISUNIONE,solo per capire...Che cosa è successo alla Community?


Che cosa è successo alla Community? Dove è l'unità? Michael ha creduto nell'essere uniti, fino alla sua scomparsa. Ma da quel momento in quel gruppo che una volta chiamavamo Fan Base di Michael, ci sono sempre più divisioni.

Cosa ha causato questo cumulo di dissensi nella Community? Continuo a farmi queste domande quando sono su internet, leggo dei libri o ascolto la radio. Quando li vedo combattere con bullismo e fra di loro su twitter. Questo non è certo come Michael aveva previsto dovesse essere. E vorrei capire cosa è andato storto.

A volte penso che tutti questi libri, scritti da persone che hanno conosciuto Michael, ne siano la causa.
Ma perchè ci sono così tante persone desiderose di raccontare la propria storia?

E' noto che di solito le persone scrivono per il profondo desiderio di voler condividere una storia. Vogliono dare voce ai propri pensieri, far riflettere o semplicemente condividere le proprie storie con il pubblico. La scrittura è, consapevolmente o meno, una forma di auto-riflessione. Nel pubblicare la propria storia, si concede al mondo la nostra eredità. Magari, qualche saggia lezione di vita è nascosta in quella storia e in qualche modo potrebbe cambiare la vita di qualcun'altro.

Molte persone che hanno conosciuto Michael o che hanno fatto parte della sua vita, hanno scritto un libro delle passate esperienze con lui. Tutti, hanno sentito il bisogno di condividere le loro storie con i fans,lasciando così che i fan potessero carpire di come potesse essere la vita con Michael, ancora più importante, come Michael era come persona.
Una motivazione che suona bene, non è vero?

Eppure, credo possa essere all'origine della divisione della base dei fans. Molti fans credono che questi libri siano scritti solo per soldi. Altri, al contrario, amano leggere di lui e le storie che raccontano credendo nella sincerità degli scrittori. La comunità sta cadendo a pezzi , sempre più divisa in gruppi separati , e il concetto è " sei pro o contro". Ma perchè?
Penso che ognuno abbia il diritto di avere la propria opinione, così come non tutti vogliono far parte di un gruppo..

A volte sono davvero convinta che la gara "a chi conosceva meglio Michael " in atto tra i cosiddetti " migliori amici/amiche di Michael" sia la causa principe. Sui social media possiamo trovare molti amici e persone che hanno collaborato con Michael,e ognuno sostiene di essere l'unico che sapeva quello che Michael voleva davvero. E discutono l'un l'altro anche sui social, si offendono a vicenda e fanno commenti decisamente non belli.

Ma non credo che si tratti di vera amicizia quando al massimo vedi qualcuno una o due volte l'anno. In così poco tempo non si può costruire su quel raro legame disinteressato e di fiducia che è così tipico fra veri amici. Un vero amico è molto più di un semplice conoscente,anche se c'è un buon rapporto o se sente un senso di appartenenza.

E di amici veri, con un determinato legame, è difficilissimo averne tanti contemporaneamente, si deve scegliere.
E la community continua a disgregarsi. Ottenere dei consensi è così necessario? Il nostro credo, non dovrebbe basarsi sulla sincerità delle persone? E perché non possiamo essere obiettivi? Non è poi così difficile ascoltare entrambe le parti di una storia, cercando di non giudicare prima di sapere tutto.

Parliamo dell'Estate ad esempio, considerando e osservando dal loro punto di vista del business. Io penso che stiano facendo un buon lavoro. E alla fine, quando si tratta di Michael, il denaro giocherà sempre un ruolo importante. Michael ha conosciuto così tante persone e in tanti momenti diversi della sua vita. E' probabile che ci sia qualcosa di vero in ogni storia, ma da una prospettiva diversa.

Che dire di alcuni fan club e gruppi? Stanno organizzando eventi, feste, organizzano commemorazioni, ecc ,però non vogliono farlo insieme ad altri . Perché pensano di poter fare meglio rispetto agli altri? Questo è quello che ho sentito e ho visto con i miei occhi. Come fan certamente mi è impossibile partecipare a tutto gli eventi che si svolgono contemporaneamente, devo fare una scelta. Per fortuna ci sono ancora alcune organizzazioni che lavorano assieme. Mirano a creare partnership e si rispettano l'un l'altro per il lavoro svolto.

Tutto quello che vorrei è sentirmi la benvenuta ovunque scelgo di andare. Dove posso condividere i miei sentimenti e parlare di Michael. Dove c'è unità tra i fan.

Vogliamo anche parlare dei luoghi in sua memoria? Come in Germania? I fan si stanno combattendo per chi deve gestire quel luogo in memoria. Ma chi ha davvero il diritto di addobbare e tenere in ordine quel luogo? La battaglia è talmente feroce che le autorità stanno pensando di rimuoverlo, in modo che possa tornare un pò di pace nella città. E così, un altro pezzo della community cadrà in pezzi.

Cosa penso? Mi fa impazzire, sono frustrata e triste. E mi fa sentire costretta a scegliere.

Essere un fan, non è tarato sul quanto siamo bravi ad organizzare un evento, né da chi raccoglie più soldi per la carità in nome di Michael. Nemmeno da quanto si sa su Michael o da quanto è grande la collezione di memorabilia e cd.
E' legato solo a ciò che si sente. Ed essere dei veri fan significa non giudicarsi gli uni verso gli altri. Essere obbiettivi e rispettare l'opinione di chiunque altro. Se possiamo fare questo, possiamo unirci di nuovo ed essere quei fans che Michael amava tanto.

"Come possiamo predicare quando rendiamo questo mondo un inferno vivente che tortura le nostre menti? Dobbiamo stare uniti, per trasformare il buio nella luce. E l'Amore nei nostri cuori brillerà. "
Shout - Michael Jackson

Traduzione a cura del Michael Jackson's Gold World Forum

ORIGINAL SOURCE
Disunity, just figuring out…..