venerdì 5 febbraio 2016

Riscatto emotivo: "Don't Stop 'Til You Get Enough" di Michael Jackson

2013
Questa settimana, conosceremo la storia dietro il successo che configura la fase adulta della carriera da solista di Jackon..

Il passaggio dall'infanzia all'età adulta comporta una serie di cambiamenti, tra i quali la creazione della propria identità, e anche l'assunzione di più (almeno alcuni) responsabilità. 
Michael Jackson lo aveva presente nel 1978, mentre vedeva che la carriera con i suoi fratelli The Jackson 5 aveva ormai poco da offrire. Non solo era diventato una figura che eclissava il resto del gruppo, ma sentiva anche che quel progetto e il suo repertorio non rappresentavano le inquetudini che sentivano i suoi 19 anni.

Dopo aver partecipato come lo Spaventapasseri nell'adattamento del Mago di Oz , con protagonista da Diana Ross, Jackon ha cominciato a delineare la sua carriera da solista che aveva abbandonato. Per rompere un silenzio discografico di quattro anni, ha chiesto a Quincy Jones, direttore musicale del film, che poteva essere un buon produttore per le canzoni a cui stava lavorando. Senza esitazione, Jones ha accettato, ed i due hanno iniziato a scrivere a quattro mani le canzoni di “Off the Wall “(1979), il primo album di Jackson in cinque anni.

In mezzo a un diluvio di demo, è apparso "Don't Stop 'Til You Get Enough", un tema in perfetta sintonia con la musica da discoteca, che a quel tempo stava agonizzando. Secondo Michael stesso, la melodia è apparsa da un momento all'altro e non riusciva a smettere di canticchiare fino a farla diventare una canzone, e dato che le sue doti di musicista erano limitate, chiese a suo fratello Randy di tradurre al pianoforte quello che lui aveva in mente. Quando ha sentito la canzone, Katherine, ha cominciato subito a protestare. Lei, Testimone di Geova devota, è rimasta sconvolta dalle parole della canzone trovandole piene di connotazioni sessuali. Per allentare le tensioni familiari, presto Jackon ha dichiarato che l'interpretazione era a discrezione personale.

Sia il brano che l'album hanno rappresentato numerose vittorie per Jackson. E' stato il salto dalla etichetta Motown a quella della CBS; ha dato un'iniezione di adrenalina ad un genere che stava perdendo gradimento e gli ha permesso di mostrare al mondo che era molto di più del bambino prodigio che tutti avevano conosciuto all'inizio del decennio. Ha guadagnato il suo primo numero uno dopo sette anni (il precedente era stato con "Ben" nel 1972), e anche il suo primo Grammy Award l'anno successivo, nella categoria Best Male Performance Vocale Rock e R & B.
Solo l'inizio di ciò che sarebbe arrivato nel corso degli anni ...

ORIGINAL SOURCE: Rescate emotivo: "Don't Stop 'Til You Get Enough" de Michael Jackson