lunedì 2 novembre 2015

Michael Jackson: "The Price Of Fame"

Costantemente incollati ai loro telefoni cellulari, i fan hanno probabilmente ragione a dedicare sempre meno tempo a una realtà poco attraente. Una volta la realtà era fatta di supporti media reali, spesso di qualità e accompagnati da una vera e propria campagna promozionale.

 La recente notizia del progetto di un’edizione speciale dell'album "Off The Wall", l'annuncio dell’Estate di un fantomatico concerto dell’HIStory Tour in 3D (che stiamo ancora aspettando), l’uscita di pezzi falsi realizzati per l’album "Michael", la promozione striminzita per un prodotto come "BAD25", l'abominevole qualità del video DVD del “Bad Tour” a Wembley, ci lascia capire come mai i fan sono così sfiduciati nei confronti dei dirigenti che si occupano dell’eredità di MJ.

Michael Jackson è sempre stato criticato durante la sua vita, anche dai suoi fan, anche se bisogna ammettere che spesso le critiche riguardavano più l'etichetta Sony, soprattutto perchè alcune decisioni o blocchi nelle promozioni erano dovuti alle relazioni tese tra il Re del Pop e la sua casa discografica negli ultimi anni del suo contratto. Ma c'è stato un periodo d'oro, dove la creatività era il punto centrale di tutto. Un’epoca in cui Michael creava, controllava, decideva; adesso i fans hanno molta nostalgia di quei tempi. Indipendentemente dalle polemiche sul filmato promozionale di HiStory, del pezzo “They don’t care about us” e della seconda parte del video "Black or White", che scioccò le lobby e i pudici, esisteva una direzione artistica di cui oggi si sente la mancanza. 
Michael voleva stupire i suoi fan e il mondo, sorprendere, portare qualcosa di nuovo, senza mai nascondere da cosa era stato influenzato.

Oggi, non possiamo dire che l’Estate si è dimenticata dei fan, visto che occasionalente sono stati venduti dei progetti e dei supporti. In realtà, questi prodotti sono molto lontani da quello che potrebbe veramente interessare ai fan, anche se sono stati fatti alcuni sforzi nella promozione di "Xscape". Ridurre Michael Jackson a dei falsi, a dei video di scarsa qualità, a dei demo, al posto di proporre brani inediti finalizzati (che tra l’altro, avrebbero avuto dei costi di gestione significativamente inferiori per l’Estate), a dei remix terribili spesso pre-venduti, non è certo il modo migliore per conquistare i fan. I fan sono sempre stati ricettivi quando Michael presentava loro un vero e proprio progetto ponderato (video musicali, copertine degli album, singoli, ...) ed erano totalmente in accordo con il loro idolo.
 Ma da quando L’Estate ha ridotto la qualità dei mezzi di comunicazione, le campagne promozionali, l’offerta degli inediti, la riflessione sul piano artistico e quindi il tempo dedicato ai fan, non puo’ certo aspettarsi che i fan di MJ che lo hanno seguito nella sua vita gli consacrino ancora l’interesse dell’epoca.
La diffidenza di alcuni fan è semplicemente un riflesso di come vengono trattati dall’Estate, o almeno il modo in cui lo interpretano.

Michael Jackson è comunque la cosa più bella che possiamo avere in comune, in un mondo insipido dove non esiste un equivalente. Ci sono molte star e hit del momento, ma chi ha seguito l'artista globale che è stato il Re del Pop sa che ciò che stiamo vivendo adesso, non ha le stesse dimensioni, probabilmente non tocca i cuori in modo durevole. Ci sono star create dai media e c’è anche qualche artista di talento su cui sperare. Ma onestamente, confrontarli con MJ sarebbe assurdo, tanto più che non tutti tengono il confronto. 

Quindi non facciamo di un qualsiasi artista il nuovo MJ. Vi pare normale che la nuova versione della pubblicità "The Chase" è appena stata messa in linea dai fan e non figura in alcun supporto ufficiale, malgrado il marketing e la commercializzazione di BAD25 qualche anno fa? Certo che no. Ai fan sono stati offerti dei promo minimi nel 2012 e vedete come è semplice trasmettere su Internet gli archivi inediti e finalizzati e che, a differenza dei remix di Afrojack e Nero su BAD25, ci fanno rivivere la magia il Re del Pop.

La versione di "The Chase" ha come sottofondo sonoro una speciale nuova versione della canzone "Price of Fame" e dura quasi 3mn20. Nella versione finale dello spot per la Pepsi, "Price of Fame" era stato sostituito da una versione speciale della canzone "BAD"

ORIGINAL TEXT: MJLEGEND.com 

 Traduzione a cura di Simo60 
Grazie a Pagina Sociale: "Un Michael da conoscere & tutte le verità" per la condivisione.