sabato 18 luglio 2015

Stephen Dewey: I primi spot delle scarpe LA GEAR - Luglio 1990

da Remembering the Times
Nel luglio del 1990 le prime immagini della campagna pubblicitaria LA Gear di Michael cominciarono a circolare sulle riviste, così come il primo spot televisivo che mostrava Michael ballare in strada con la nipote Brandi. C'era lo straordinario sound designer Stephen Dewey dei Machine Head. Ricorda di aver lavorato con Michael Jackson nel famoso "Street" spot per LA Gear ... ecco alcuni dei suoi ricordi:
"Poco dopo aver intrapreso la fase di sound designer della mia carriera, ho ricevuto una chiamata per lavorare su uno spot LA Gear riguardo a delle scarpe di Michael Jackson.

Questo lavoro, si è scoperto, era un po' fuori dal comune! Non sono venuti loro da me, mi è stato chiesto di mixare il sonoro di un film in uno studio nella valle, Todd-AO, ricordo. Misi il mio computer Fairlight da £ 100 e vari altri gadget in macchina e partii veloce alle 9 del mattino. Questo era nel giorno delle riprese video. A quel punto, i teatri di posa erano ancora molto basati sui film, quindi una cosa del genere suscitò molto scompiglio, per non parlare del suono di un computer . Ciambelle cadevano ovunque. Circa un'ora dopo, con il video e il SMPTE time code che scorreva liberamente, ero pronto, aspettando nervosamente Michael Jackson. Avevo trascorso molte ore in studio con Michael in una precedente incarnazione , come programmatore audio, lavorando all'album "Bad". Così avevo un'idea generale di cosa aspettarmi.
Abbastanza presto, una esile, calma, ma estremamente carismatica presenza entrò nella stanza, salutando tranquillamente ma allegramente. Passò un po 'di tempo a chiacchierare con Sandy, il proprietario di LA Gear, che era lì per osservare il procedimento. Abbiamo iniziato il lavoro visualizzando il taglio, osservando, individuando che tipi di suoni avremmo usato. Dal momento che lo spot era caratterizzato da un assolo di Michael che ballava alla luce di una lampada in un vicolo deserto, avrei fatto un piccolo uso della mia libreria di suoni. Sapevo che a Michael piaceva fare lui il sonoro, e certamente anche l'attore, e fu felice quando gli parlai del mio piano. lo studio non doveva essere uno studio con rumoristi ( coloro che ricreano i suoni necessari a un film . N.d.T ), ma sarebbe stato una sala mix pura, quindi non doveva esserci molto, a parte i divani, una console gigante, un po 'di spazio sul pavimento e lo schermo!

Abbiamo improvvisato molto. Per i suoni del piede di Michael, abbiamo tirato un cavo microfonico lungo dal retro della sala studio al parcheggio, dove lui eseguiva una serie di giri, salti, slittamenti e passi pesanti. Dopo, siamo tornati in studio e messo il microfono di fronte allo schermo. Durante la riproduzione del film, Michael replicava le mosse e ho catturato il suono dei sui vestiti, dei suoi respiri, i movimenti del corpo e varie grida. Quando abbiamo finito con questo ho cominciato a riordinare i suoni che avevo ottenuto finora e a creare una traccia da abbinare all'azione. Questo gli è piaciuto immensamente, e mentre lavoravo, Michael chiacchierava , raccontando aneddoti e in generale essendo la persona giocosa che era. Molto gentile e sempre rispettoso, era divertente starci insieme. Dopo aver stabilito la parte di Michael della pista, ho poi aggiunto suoni aggiuntivi per completarla.

Ci stavamo avvicinando alla fine del pomeriggio, e siamo passati dalla fase di costruzione a quella di mixaggio, la regolazione del volume relativo dei suoni fino a quando, poche ore dopo, abbiamo avuto il pezzo finito. Ero stanco, ma è stato divertente. Anche se Michael era estremamente piacevole, stavo creando - per lo spot- una intera colonna sonora da zero con una delle persone più enigmatiche e famose del pianeta. Nessuna pressione !! E' stato con grande soddisfazione che ho caricato il computer in macchina e mi sono diretto a casa. "


ORIGINAL TEXT