giovedì 2 luglio 2015

L'immortale eredità d'amore di Michael Jackson by Eugene Mthethwa

30/06/2009
“Mentre scrivo queste righe nelle assurde ore in cui barcollo per la perdita del mio mentore musicale, comincio a capire quanto inestimabili siamo, come doni naturali, a questo mondo, eppure il mondo non riesce ad accettare il fatto che siamo unici, speciali e insostituibili, e di conseguenza che quel trattamento speciale al quale concorriamo tutti può essere giustificabile.

Fu il mio amico Lucky Dube a darmi l'opportunità di incontrare personalmente Michael Jackson in uno dei suoi spettacoli dove ci stavamo esibendo anche noi.
Senza voler suggerire che dovremmo essere temerari e distruttivi nella nostra vita quotidiana e mancare di rispetto alle società in cui viviamo, il sistema giudiziario americano non è riuscito a dimostrare a Michael Jackson l'amore e la dignità che lui ha dato a tutti noi nella sua vita - rompendo le barriere create dalla sindrome di odio-amore "bianco e nero".
La scomparsa di Michael Jackson è un così grande dolore per moltissime persone in tutto il mondo, ma in Africa, dove siamo stati sottoposti a sistemi di disumanizzazione per farci sentire che essere nero era una maledizione, lui ci ha dato molto più che la musica. Lui ci ha dato dignità e una speranza senza confini.

Quando gli altri celebrano Elvis Presley nella sua morte, grazie a Dio anche noi abbiamo qualcuno più grande della vita che come africani possiamo festeggiare nella sua morte per sempre, fino alla fine dei tempi.

Vivendo in Sud Africa al culmine dell'apartheid, le nostre case erano piene di orgoglio ogni volta che guardavamo i video e facevamo risuonare la musica del leggendario Michael Jackson che eseguiva passi di danza che ci facevano trascorrere molte ore a cercare di capire come quei movimenti magici potessero essere fatti in modo naturale.
Ci ha dato una vita di studio, di allenamento, ci ha dato una vita da vivere poiché davvero vivevamo il suo stile di abbigliamento, il suo modo di muoversi, l'orgoglio e l'eccellenza musicale, perciò alcuni di noi oggi sono nomi di spicco nei circoli musicali del Sud Africa grazie al percorso iniziato idoleggiando Michael. Il mio cuore è pieno di tanto dolore e rabbia realizzando che il mio idolo dell’adolescenza se ne è andato.

C'è una parte di me che è arrabbiata con l'America per aver portato un simile eroe, sopra tutti gli eroi, per un periodo così traumatizzante - le molte battaglie legali che Michael ha dovuto combattere.

Ci sono state volte in cui i suoi procedimenti giudiziari sono stati imitati sui nostri schermi e la rabbia che mi portavo dentro, sognando di potermi connettere direttamente con quel dolce essere umano trattato con una tale crudeltà, sotto la razionalizzazione di osservare il sistema giudiziario che spesso protegge alcuni ferendo altri. Avrei voluto dirgli di venire a vivere in Africa, perché in Africa sarebbe stato trattato come il Re di cui meritava il titolo.

Come si fa a rispondere all’Amore con l'odio e la distruzione di un essere umano che ha fatto in modo che il mondo si unisse nell’amore?
Il deterioramento della vita di Michael Jackson ha avuto inizio durante i casi giudiziari che la stessa nazione a cui lui ha dato onore è solita infliggere dolore su una così grande scala.
Michael Jackson non avrebbe alzato un dito contro un'altra persona, ma ha versato lacrime di cuore per i bambini afflitti dalla povertà in Africa. Quanto è ironico, allora, che il suo primo incontro con l’umiliante iter giudiziario sia stato per un caso di abuso su minore contro di lui?

Dovevamo credere che l’Uomo nello Specchio, che ha mandato amore a tutti i bambini sofferenti del mondo a chilometri di distanza, aveva fatto del male a un bambino nel cortile di casa sua! Non sto incolpando nessuno per la morte di Michael, ma sto cercando di capire quella parte dell'essere umano che gode del dolore di un'altra persona.

Restano queste persone speciali, che non possono essere sostituite, come un dono raro che ci viene dato per un breve periodo. Dobbiamo cercare di preservare il valore inestimabile che Dio ha messo in mezzo a noi mentre è ancora in vita.
Possa la sua anima riposare in pace e il mondo cambiare in meglio attraverso il suo sacrificio!" 
- Eugene Mthethwa, tastierista della leggenda del reggae Lucky Dube. 
Traduzione: Laura Messina

ENGLISH
Michael Jackson's enduring legacy of love