sabato 18 luglio 2015

Matt Coker ricorda Michael presente all’esibizione di Mikhail Baryshnikov nel 1993


Ricordando Michael Jackson a Orange County
Appena la morte di Michael Jackson fu confermata, i miei pensieri si rivolsero a quell’unica
volta che vidi il "Re del Pop", proprio qui a all’Orange County. Non era sul palco da solo o con i Jacksons (Five o altro), né fu mentre presenziava alla prima di Captain EO a Disneyland.
Era appena uscito da una serata di danza classica a Costa Mesa.

In realtà, il suo ingresso alla “Segerstrom Hall” del “Performing Arts Center” minacciò di oscurare la prima apparizione del leggendario ballerino Mikhail Baryshnikov sul palco dell’Orange County il 5 agosto 1993. Tutto in blu, capelli neri e legati, gli altri che si voltavano per guardare Jackson, nella sua solita giacca reale con le spalline, mentre lentamente si spostava verso un posto vicino l'orchestra, appena a sinistra del centro del palco. Aveva da un lato una bionda e dall’altro un uomo di mezza età. Più tardi si rivelarono essere il suo dermatologo e l'infermiera che anni dopo avrebbe partorito due dei suoi figli.

Il trambusto durò per alcuni minuti prima che le luci si abbassassero e la performance avesse inizio. Baryshnikov, l'ex primo ballerino del Kirov Ballet ed ex-direttore artistico dell'American Ballet Theatre, catturò in seguito l’attenzione della folla.

Il pubblico lo divorò. Così fece Jackson, o almeno sembrava divertito da ciò che io e tutti gli altri potevamo scorgere nel buio. Rimase con il resto di noi per la standing ovation. Poi se ne andò. Credo che tornò all’ OCPAC di nuovo con Elizabeth Taylor per un ricevimento per raccogliere fondi per combattere l'AIDS/HIV, o almeno questo è il mio ricordo.

ORIGINAL TEXT: Remembering Michael Jackson in Orange County