giovedì 2 luglio 2015

(2° Parte) MJ: Spiritualità, Consapevolezza, Pregiudizio

♦ "Ascolta Michael cantare " Man In The Mirror ". Ascolta le sue parole. Guarda le immagini. Riflettete quanto profondamente supplica ad ogni individuo di dedicare la propria vita a stimolare la riconciliazione della giustizia e dell'amore. 
In un mondo che continua ad essere troppo freddo e fragile, Michael Jackson si è affermato un profeta tanto necessario per la nostra epoca Gerand L. Campbell – giornalista

♦ "Michael ha reso reale la fantasia. Ha reso l'impossibile possibile . Ha preso la magia che esiste solo nelle favole e l' ha portata nel mondo reale. 
Era un passaggio verso un'altra dimensione, quella in cui la possibilità è definita da credenze e immaginazione, e non da limitazioni concrete. 
Lui ci ha collegato a qualcosa di più grande, qualcosa di ultraterreno, qualcosa di divino. La gente dice che lui è diverso. Lui non è solo diverso. Lui è il migliore." 
Talitha Fluttrby

♦ "Michael è un uomo estremamente sensibile e se tu lo guardi bene puoi vedere che l'essenza di Dio è in quell'uomo, perchè se lo spirito di Dio non fosse in Michael, egli non avrebbe potuto toccare il cuore di così tanti milioni di persone, nere, marroni, gialle, rosse e bianche. attraverso tutto il mondo .Quell'uomo ha Dio in lui."
Ministro Farrakhan , 1994 , nello show televisivo Arsenio Hall.

♦ " Era molto spirituale, e portava sempre la sua band in preghiera prima di ogni spettacolo. Io ero arrivata in ritardo dal trucco per lo show e la preghiera era appena terminata. Vedendo la mia delusione, Michael mi prese da parte, e pregammo solo io e lui. Lui era sempre quello attento e premuroso. Era una bella anima."
Siedah Garrett

♦ "Una volta ogni qualche secolo, Dio invia all'umanità qualcuno di molto speciale. Un campanello d'allarme. Qualcuno per illuminare le persone nel modo di essere. Qualcuno per spronare le persone. Qualcuno per unire le persone. E credo che Michael era un dono mandato da Dio per mostrare alla gente come essere, come amare. "
Jonathan" Sugarfoot "Moffett.

♦ "I libri di storia non potranno mai descrivere l'essenza della tua umile anima per le vite che hai letteralmente salvato.
Gli archivi video non potranno mai catturare con precisione le emozioni che hai suscitato ogni volta che sei apparso in pubblico o sul palco.
I migliori esseri umani possono celebrare il tuo genio come l'esempio di come un vero angelo ha camminato in mezzo a noi. "
Jodi Gomes, executive producer of Jacksons: 'A Family Dynasty and Michael´s friend'

♦ "(...) sono anche arrivato a credere che Michael era al di là di un grande talento, non lo posso spiegare, ma aveva tutte le qualità di un Angelo, e il talento gli ha permesso di inviare questo messaggio a milioni di persone.
Sto piangendo dentro al pensiero che le persone che lo circondavano erano così avidi e mancavano di compassione, al punto che gli hanno permesso di 'deteriorarsi' nel modo in cui lo ha fatto. (...) "
Nikki J., Oregon

♦ " L'antica anima di un angelo con il curioso cuore di un bambino: così è come descrivo Michael Jackson ...... Angelico Guerriero. Le circostanze, coincidenze e i sincronismi che circondano la sua vita sono in realtà segni e indizi da Dio.
Michael era ovviamente il rappresentante per la “ New Age of the Child ”.
Egli era il messaggero di Dio, mandato qui per ricordarci ciò che era importante: i nostri figli, il nostro pianeta, noi stessi. Puoi trovare le prove nella Bibbia, nella dottrina Egiziana, la numerologia, l'astrologia e tanto altro . "
EM Billeaudeaux, autore del libro "Un angelo tra noi: lo abbiamo chiamato Michael Jackson"

♦ " La prima volta che ho sentito la sua voce alla radio stavo guidando la mia auto. Mi ha elettrizzato dal primo momento: questo è un angelo, un angelo! ho quasi urlato. Questa incredibile forte vibrazione - era un'anima evoluta! ...
Purtroppo la maggior parte della gente non può vedere la luce spirituale di una persona - ma chi avesse potuto vedere la luce di Michael Jackson sarebbe caduto in ginocchio ".
Don Pedro von Hellmann, spiritual teacher & author, 2003

MICHAEL JACKSON: SPIRITUALITÀ, CONSAPEVOLEZZA, PREGIUDIZIO