lunedì 3 novembre 2014

Essere o Non Essere by TrueNewsZone



* NB: la bozza di questo testo è datata intorno al 17 luglio 2010. TNZ era giovane, stupido e divertente quando ha scritto questo. Il testo è un pò banale - TNZ non ha né il tempo né l'ispirazione per rifarlo, quindi è quasi com'era. Siamo sicuri che alcuni di voi probabilmente diranno: è stata una buona idea non pubblicarlo nel 2010. E non è così un idea eccellente pubblicarlo ora ...
Beh, consideratelo una sorta di " Dolcetto o scherzetto" per .. Halloween!

«Credo perchè è assurdo.»
Tertulliano
Oggi , non abbiamo intenzione di scherzare sugli scivoloni dei membri del clan Jackson, né di gongolare per le previsioni fallite degli pseudo-addetti ai lavori, né di coprire pseudo-eventi che hanno avuto luogo dopo il nostro ultimo blog, che - noi segretamente speravamo - sarebbe diventato l'ultima realtà all'interno dell'Hoax. Ahimè.
(Pausa drammatica)
Non abbiamo intenzione di scherzarci sopra, perché ci sono cose molto più divertenti sulle quali scherzare, molti non sono in vena di scherzare su queste cose che impallidiscono in confronto al tema più apprezzato, la questione più scottante dell'Hoax: "vivo o morto ? "," il ritorno: essere o non essere? ", che è diventata un' idea fissa per molti, e una delle principali ragioni della spaccatura nella comunità dei believers, insieme con il ' quale falso MJ adorare'. Quindi ,concentreremo la nostra psico-analisi su questo tema scottante.

Osservando i recenti eventi nell'Hoax, l'evento principale è l'incredibile mancanza di eventi (tutti morti o cosa?), e cercando di capire il significato di fenomeni privi di significato, TNZ è caduto in uno stato di coma meditativo. Non sorprende, con un tale zen ... Dove siamo stati per non pochi mesi, ma anni ,a cercare di cogliere la natura del fenomeno ripetitivo: "l'Attesa del BAM -> Oooops -> Disillusione -> E, ancora una volta, di nuovo la speranza, come la Fenice, la fede in un altra data , una seconda venuta" E ci siamo resi conto: nessuno può uccidere il desiderio umano dell'aver fede nel lieto fine, nei miracoli - nemmeno il disertore Mr Jackson.. E anche se lui non torna per altre 777 volte - il pubblico non cesserà di aspettarlo. E' un pò come se Penelope davanti allo schermo blu del computer, si fosse messa a calcolare le probabili date del ritorno di Ulisse (sulla base del suo amore per il numero 7), e rianimandosi al suono del corno di ogni passante.
Eppure la comunità da amichevole che era all'Troot asilo nido, si è divisa, non avendo raggiunto un consenso per quanto riguarda il finale di questa saga: «Non tornerà, perché questo è stupido» contro il «Credo perché è assurdo» «Di sicuro lo farà, altrimenti perché tutto questo? ». I primi sono chiaramente i più fortunati - hanno lasciato andare il signor Jackson e non si aspettano nulla da lui. Invece, lo stadio ossessivo del secondo gruppo (TNZ inclusa) è allarmante. E proprio questo è diventato un motivo per la stesura di questo articolo.

Come qualsiasi altro partecipante di questa grande avventura, TNZ era libero di scegliere la propria interpretazione degli eventi e, come sapete, abbiamo scelto quella l'ottimistica. Forse, troppo ottimistica ... Come parte del nostro concetto OMG, Mr Jackson!! - e non ci vergogniamo di ripeterlo ancora una volta - è un super-eroe conquistatore della morte, dei nemici e della stupidità. Un grande e complesso artista incompreso dalla maggioranza, la cui epoca pare non ottenere più da lui grandi brividi e pelle d'oca. Quindi, all'interno del concetto di TNZ, c'è che non sarebbe riuscito a sprofondare nell'oblio volontario il 25 giugno del 2009, lasciando dietro di sé solo un'immagine bizzarra, il trailer di qualcosa di molto più grande, un mocu ... documentario e diversi album postumi. Perché abbiamo letto il "Viaggio dell'Eroe" di Campbell : al fine di completare la missione, l'eroe deve tornare al mondo! Perché, a nostro avviso, il suo potenziale creativo è lungi dall'essere esaurito. Forse TNZ ha creato questo mito per se stessa, ma siamo intenzionati a sostenerlo fin quando possiamo credere in questo super-eroico Mister Jackson, crederci veramente. Certo, preferiremmo avere un'immagine più realistica, non contare su un gran finale, epico e trionfante e umilmente lasciar andare il nostro supereroe - a vivere la sua vita in pace. Essere cioè come queste persone sagge che generosamente elargiscono argomenti a favore del non ritorno. L'argomento principale, ovviamente, è: "Lui non ha bisogno di tutto questo, avrà problemi con le autorità, con il pubblico e, dopo tutto, ora guadagna molti più soldi." TNZ è stanco di queste noiose, pessimistiche previsioni e speculazioni su quello che sta succedendo nella testa del Mr Jackson alla John Malkovich, così abbiamo deciso di fare una nostra lista di speculazioni sui pro e i contro. Non per dire ma la nostra è molto più divertente.

NON RITORNO. I pro:
E' tutto molto semplice con il Non ritorno - basta lasciare le cose come stanno; così iniziamo con questo concetto. I principali vantaggi di questo scenario sono:
+ D'ora in poi, tutti i progetti e prodotti postumi, rilasciati dalla Michael Jackson's Estate, saranno percepiti dal pubblico e dalla critica con favore, quello che in pratica ogni artista vivo, cerca di ottenere o può solo sognare di ottenere.
+ Possibilità di ricevere un reddito postumo abbastanza stabile anche senza sforzarsi più di tanto, fatto che non è di minore importanza nel caso di MJ, le spese sono controllabili e limitate (dal suo stato di morto). lol
+ Fino alla fine dei suoi giorni MJ potrà andare a fare shopping in piena libertà, travestito da tata stile Miss Doubtfire coi bambini (fino a quando saranno giovani), come loro guardia del corpo (quando cresceranno), o in qualche altro ruolo poco appariscente. Anche se non siamo sicuri se abbia un senso, considerando i precedenti episodi - di spesa limitata. Forse dovremmo mettere questo punto nella lista dei contro. E, di certo, il signor Jackson può ora vivere una "vita normale", nascondersi da occhi indiscreti, fare quello che, di fatto, il signor Jackson aveva già fatto per anni in ogni caso.
+ La tanto attesa e desiderata libertà dall'attenzione dei Media, che nel perseguire una falsa lepre meccanica - con Mister Jackson morto, non hanno la minima possibilità di scoprire cosa stia succedendo nella sua reale seconda vita. Sì, perché niente di speciale sta accadendo - casa, lavoro, casa, lavoro, ammesso che l'hoax navighi solo nel web...
+ Un'occasione *unica* per imparare ciò che le persone, che lo pensano morto, dicono alle tue spalle. L'opinione pubblica, La Verità, non importa quanto sia frustrante, è * sicuramente * qualcosa per cui morire. Onestamente, TNZ non morirebbe mai solo per assicurarsi di scoprire se la gente parlerebbe male di noi alle nostre spalle. Troppo fastidioso. lol
+ Un' eccellente collaborazione con un altro grande re, Mister Presley, con il quale il nome di Michael Jackson sarà legato per sempre, dai believers over-hoaxed, confrontando le circostanze delle loro vite e morti, e dei ritorni futuri. Cosa c'è di meglio per il re, che il confronto con gli altri re? Niente.
+ Possibilità di essere immortalato, come una mosca nell'ambra, nella memoria dei contemporanei - nella perfetta reggia oratoria di un fragile, incompreso, genio ingiustamente leso, vale a dire una vittima.
+ Non più nemici, contenziosi e reclami. Nessuno potrà mai dire che la stella di Michael Jackson è svanita. Che la sua voce o la danza non erano più che perfetti. Eterno amore postumo e adorazione. Nella morte il signor Jackson diventa veramente invincibile, perché è davvero difficile trovare qualcuno che sia già dall'altra parte.

NON RITORNO. I contro: